sabato 23 febbraio 2013

Tartufi al cioccolato





 

Questi tartufi al cioccolato sono stati una rivelazione!

Sono anni che faccio questo tipo di cioccolatini perché, oltre che molto buoni, sono veloci da fare rispetto alle praline..
Li ho sempre fatti con mascarpone e cioccolato, oppure burro e cioccolato…non avevo mai provato con la panna fresca.

Ma nell’ ormai “sempre presente” libro: La ciliegina sulla torta. Di Jessica Leone sono stata subito attratta dai questi “Tartufi di cioccolato alla cannella”.

La ricetta  che trovate nel libro è questa:






250 gr di cioccolato fondente al 70%

185 gr di panna fresca

30 gr di burro

1 cucchiaio raso di cannella

Cacao amaro per la finitura

Tritare il cioccolato e trasferirlo in un recipiente di vetro. Portare a bollore la panna e la cannella, versarla sul cioccolato tritato e lasciar riposare 1 minuto.
Emulsionare con una spatola, mescolando dal centro verso l’esterno, fino ad ottenere una massa lucida e omogenea.
Incorporare il burro e mescolare bene. Far raffreddare, coprire con la pellicola per alimenti e lasciare in frigorifero per circa 3 ore.
Trascorso il tempo di riposo, con l’aiuto di un cucchiaio prelevare piccole quantità di ganache, realizzare con le mani tante palline grandi quanto una piccola ciliegia e disporle su un vassoio.
Lasciare riposare i tartufi in frigorifero per 1 ora e passarli uno per uno in abbondante cacao amaro.


Io ho voluto provare senza nessuna spezia. Cioccolato puro!
Quando ho versato la panna bollente sul cioccolato tritato sono rimasta immobile e affascinata a guardare che succedeva…pian piano i pezzetti di cioccolato affondavano nel bianco della panna e…nel momento in cui ho cominciato a mescolare…il tutto si è trasformato in una lucente e bellissima ganache.
La prossima volta oserò con l’aggiunta di qualche spezia!
Per il cioccolato io ho usato il Lindt fondente al 50 %, le mie belle tavolette sempre presenti in cucina.
Quando vado a fare la spesa ne compro sempre una dozzina (per rinforzare le scorte eh!) e ogni volta la cassiera di turno mi guarda con aria compassionevole e l’espressione che dice “mancanza d’affetto?!”…
E io vorrei sempre giustificarmi dicendo “Devo sperimentare per il mio blog!”!!

3 commenti:

  1. Confermoooo! buonissimii... mi ricordano la mia infanzia, in Francia, estate ... a guardare mia sorella e la mia zietta farli insieme... e io a divorarli! :-))

    RispondiElimina
  2. magnifici!! Lidia

    RispondiElimina
  3. sai che la ricetta somiglia molto a quella che faccio io da sempre?
    io li arricchisco con frutta secca tritata (nocciole e pistacchi soprattutto), ma i miei preferiti sono quelli con scorzette d'arancia candita tagliate a listarelle sottilissime... slurp! provare per credere!!

    RispondiElimina